In offerta!

Io e la valutazione

Autore: Federico Batini e Irene D.M. Scierri

Editore: Theleme Research

Isbn: 978-88-942841-4-0

Anno: 2017

I pdf sono protetti da watermark, i dati relativi all’ordine (nome cognome e email) vengono impressi sul file in download. Tutti i dati relativi alla proprietà di chi acquista la copia sono nel QRcode all’interno del file (compreso il numero di matricola). Al momento dell’ordine la password per aprire il file viene inviata per email, si raccomanda di inserire correttamente l’indirizzo email in fase di ordine.

 

10,00 8,00

Descrizione

Introduzione

“’Stamani interroghiamo… interroghiamo…’ Seguiva un interminabile silenzio in cui la penna della professoressa Scintilla scorreva i nomi, lentamente, nel registro (rigorosamente cartaceo) e sostava, come in riflessione, a una certa altezza… In quelle occasioni venivano mobilitate le capacità di stimare una distanza, di rappresentarsi, dalla distanza stimata, uno spazio piano e l’ingombro costituito dalle righe dei nomi… il tutto per cercare di capire chi avrebbe dovuto alzarsi e andare alla scrivania. Quasi sempre, tuttavia, il primo era un falso allarme, dopo una sosta di riposo, infatti, la penna ricominciava a scorrere. C’erano compagni raffinati nell’arte di ipotizzare la collocazione della penna e la corrispondenza con nomi e numeri… c’erano compagni che coprivano il cuore o il volto con le mani, c’erano compagni che provavano, in silenzio, la giustificazione che avrebbero dovuto dare e che non sarebbe stata accettata… “.

Molti hanno ricordi ancora terribili o divertenti (a distanza), spaventosi o buffi, legati all’esperienza della valutazione scolastica. La valutazione vissuta come punizione, la valutazione utilizzata come minaccia, la valutazione in confronto agli altri, la valutazione negativa per tutta la classe, la valutazione che tiene in bilico, la valutazione come stigma o etichetta… e, a volte, la valutazione come sorpresa positiva, come seconda possibilità, come conferma di un lavoro ben fatto, di un percorso seguito, di una crescita. La valutazione, felice o infelice, si riduce spesso nei ricordi di molti di noi… alla pratica di assegnare voti. Un’idea, se ci riflettiamo un momento, ben misera della valutazione. I significati della valutazione, invece, e le sue funzioni sono, limitandoci al contesto scolastico, plurali con la bussola di riferimento costituita dall’incremento degli apprendimenti. In questo percorso, invece, si “gioca” un po’ con la valutazione, ma è un gioco molto serio e che ci riguarda strettamente. Esplorando i diversi significati, tornando sulle diverse funzioni, provando ad utilizzare alcuni strumenti della valutazione, applicandoli a noi, riflettendo sulle esperienze di valutazione vissute… con diversi ruoli, in contesti differenti, a scuola e nell’extrascuola potremmo incontrare, speriamo, un triplo guadagno: quello di imparare qualcosa di più su noi stessi, quello di esercitarci con alcuni strumenti valutativi iniziando a sviluppare alcune abilità e quello di prendere una maggiore coscienza delle diverse funzioni e potenzialità della valutazione.

Informazioni aggiuntive

Ebook

Libro in formato Digitale

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Io e la valutazione”